Multiphase Lab

Laboratorio Fluidi Frigorigeni
Si occupa della misura dello scambio termico e delle cadute di pressione in ebollizione forzata e condensazione convettiva per fluidi frigorigeni all’interno di tubi. Vengono investigati sperimentalmente i parametri fluidodinamici (distribuzione delle fasi, regimi di moto, cadute di pressione) con l’obiettivo di correlarli alle prestazioni per lo scambio termico. I settori applicativi maggiormente interessati sono quelli del condizionamento e della refrigerazione civile e industriale

Laboratorio Fluidodinamica multifase

Si occupa della caratterizzazione fluidodinamica di miscele liquido-aeriforme (acqua-aria e olio-aria), liquido-liquido (acqua-olio) e liquido-liquido-aeriforme (acqua-olio-aria). Vengono investigate sperimentalmente la distribuzione delle fasi, le transizioni tra regimi di moto, le cadute di pressione. I settori applicativi interessati sono principalmente l’energetico e il chimico per le miscele liquido-aeriforme, ad esempio acqua/vapore durante l’ebollizione e condensazione, e quello petrolifero (oil & gas) per le miscele liquido-liquido e trifase, con ricadute sul trasporto di idrocarburi leggeri e pesanti

Laboratorio Gocce
Si occupa di analizzare dal punto di vista meccanico e termico le interazioni tra gocce e superfici solide o interfacce gas/liquido, studiando i transitori e le configurazioni di equilibrio dopo deposizione o impatto di gocce. Nel caso di superfici solide le analisi sono principalmente sperimentali e volte a valutare le caratteristiche geometriche delle gocce (forma, angolo di contatto) ed i parametri termici (tempi, potenze e flussi) durante l’evaporazione. Per il caso delle interfacce gas/liquido, l’analisi è svolta con tecniche di fluidodinamica computazionale ed è intesa a caratterizzare l’evoluzione del cratere e della corona conseguenti all’impatto della goccia. I settori applicativi interessati sono tutti quelli dove è importante conoscere/controllare la bagnabilità delle superfici, ad esempio per tessuti o in generale superfici idrorepellenti, o le potenzialità di copertura della superficie e scambio termico durante l’utilizzo di gocce o spray (stampa, verniciatura a spruzzo, raffreddamento di dispositivi elettronici o meccanici, trattamenti con concimi o pesticidi, …)

Laboratorio di Misure Ottiche di Scambio termico (MOST) 
Le attività sperimentali riguardano lo sviluppo e l’applicazione di tecniche ottiche di misura dello scambio termico. I metodi disponibili consentono la rilevazione non invasiva di campi termici. In particolare, l’interferometria olografica e la fotografia speckle digitale sono rispettivamente impiegate per determinare la distribuzione della temperatura e del gradiente di temperatura in mezzi trasparenti, mentre la termografia è applicata nella misura della temperatura superficiale in convezione sia naturale sia forzata. L’analisi congiunta del campo di moto mediante LDV permette una descrizione completa dello scambio termico convettivo. Inoltre, la simulazione numerica con codici commerciali costituisce un’attività di supporto alla sperimentazione.
L’applicazione principale delle tecniche menzionate riguarda l’analisi dell’incremento dello scambio termico conseguente all’adozione di superfici appositamente conformate, dotate, ad esempio, di alette sfalsate, a persiana, perforate ed ondulate o di corrugamenti di differente geometria. Ciò costituisce la base del progetto razionale degli scambiatori di calore compatti, poiché si ripercuote tanto sulle dimensioni ed il costo di realizzazione, quanto sul risparmio energetico

Ubicazione:
Politecnico di Milano - Dipartimento di Energia - campus Bovisa
via Lambruschini, 4 (edificio BL25 - BL25A)
20156 Milano

Contatti:
Alfonso Niro - telefono: 02 2399 3905 - mail:  alfonso.niro(at)polimi.it

Staff:

  • Alfonso Niro
  • Luigi Colombo
  • Manfredo Guilizzoni
  • Andrea Lucchini


Web
: http://www.thermalab.polimi.it/it/laboratori/multiphaselab